Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso.

Approvo

Leggi, regolamenti e domande frequenti

Alcune delle domande più frequenti che ci pongono i nostri Clienti, e una raccolta di leggi e regolamenti da conoscere prima di acquistare una piscina...

Perchè scegliere i nostri sistemi

Che differenze ci sono rispetto agli altri sistemi costruttivi esistenti sul mercato?
Con i ns.sistemi Myrtha®/Bluestyle® si hanno le stesse caratteristiche (robustezza e flessibilità, libertà di personalizzazione della forma, dimensione e dei rivestimenti) e maggiori garanzie delle piscine costruite in cemento armato, oltre alla rapidità di installazione e all'abbattimento dei costi di manutenzione. 
Infatti nonostante l’estrema adattabilità del c.a. a qualsiasi tipologia di terreno, anche sismico, in caso di crepe causate dai movimenti del suolo si possono creare infiltrazioni che vanno a corrodere l’armatura o ad intaccare il rivestimento;
la manutenzione così può diventare molto problematica e costosa, cosa che si evita adottando i sistemi Myrtha® e Bluestyle®.
Nel caso poi di location particolari come terrazzi, attici, etc., nessun particolare problema grazie alla leggerezza dei ns.moduli strutturali e alla praticità di movimentazione.
 
Le stesse considerazioni anche per le varianti che nel tempo si sono sviluppate adottando sistemi costruttivi con pannelli prefabbricati di varia natura o casseri a perdere che rendono il lavoro più rapido rispetto alla classica gettata in opera ma con ancor meno garanzie soprattutto di affidabilità nel tempo, precisione e tenuta dell'acqua.

L’altra tecnologia generalmente proposta è la vetroresina, monoblocco, a 2 blocchi o a pannelli modulari per le grandi dimensioni, ma anch'essa presenta diversi inconvenienti:
i terreni devono essere altamente stabili perchè il vetro puo’ creparsi facilmente;
forme, dimensioni e tipologie stabilite e non personalizzabili;
il trasporto è problematico perché deve essere fatto con mezzi speciali;
è una tecnologia particolarmente costosa rispetto alla durata limitata e alle garanzie offerte.

Pratiche burocratiche

Che permessi servono?
Per costruire la piscina, in base al Testo Unico dell’Edilizia 2001 e successive integrazioni e variazioni, è necessario presentare una D.I.A. (Dichiarazione di Inizio Attività) al Comune, debitamente compilata da un professionista abilitato che deve riportare tutte le caratteristiche generli dell’impianto che si andrà a realizzare. A questo punto è sufficiente che trascorra un periodo di 30 giorni al termine del quale, se non vi sono obiezioni da parte del Comune, è possibile procedere con i lavori. ATTENZIONE: questa possibilità è prevista a patto che la superficie della piscina non superi il 20% del volume dell'abitazione principale di cui è pertinenza.
Negli altri casi oppure se i regolamenti comunali abbiano previsto la piscina come "intervento di nuova costruzione" sarà necessario richiedere il Permesso a costruire

Informarsi sempre presso l’ufficio tecnico comunale sulla possibilità di costruire la piscina e su eventuali vincoli imposti (eventuali caratteristiche progettuali da rispettare, forma, colore).

Anche quando il terreno è sottoposto ad un qualche vincolo, che sia paesaggistico o urbanistico, è necessario richiedere il Permesso a costruire, subordinato, in questo caso, al via libera da ciascuna delle commissioni (Sovtraintendenze) relativo al vincolo che interessa l’area. 

Per le piscine interne puo’ essere richiesto il permesso di costruzione con tempi d’attesa di circa tre mesi.
L'abitazione passa nella categoria di lusso?
L'azienda si occupa anche di fornire supporto per i permessi e di tutta la progettazione?

Costi e tempi

Quanto costa realizzare una piscina?
I costi dipendono da diversi elementi che, combinati tra di loro, possono far variare il prezzo: dimensioni, forma, sistema di ricircolo dell’acqua, finiture, accessori ed altro ancora, a cui si deve aggiungere il costo per lo scavo e la soletta di base in cemento. Contatta Piscine Isobit per chiarire gli elementi di cui sopra e avere un preventivo chiaro e dettagliato.
Il lavoro è chiavi in mano?
Quanto tempo serve per realizzare una piscina?
Che costi di gestione annuali ci sono?

Garanzie

Quali garanzie offrono le Piscine Castiglione?
Le piscine realizzate con le nostre tecnologie hanno una durata praticamente illimitata nel tempo, grazie alle caratteristiche strutturali e qualitative dei materiali e alla peculiarità tecnologiche dei nostri sistemi. Nel dettaglio, vengono garantite 10 anni le pareti in acciaio e il rivestimento in PVC armato3 anni i componenti dell’impianto di filtrazione2 anni le pompe e le parti elettriche.

La garanzia presuppone che le attrezzature siano installate solo da personale Piscine Isobit e che vengano utilizzati per la manutenzione e pulizia solo prodotti autorizzati.

Normative

Esiste una normativa per le piscine private?
Si i riferimenti sono due: le norme europee EN 16582 ed EN 16713, alle quali è stata adeguata la norma generale italiana UNI 10637. 
Tra le più importanti novità introdotte segnaliamo la definizione dei requisiti minimi strutturali e l’obbligo di un progetto strutturale per ogni piscina privata;
le norme sulla sicurezza delle prese di fondo, in linea con quelle già previste per le piscine pubbliche;
l'obbligo di illustrare in modo chiaro e preciso in sede di preventivo cosa si vende, determinando in anticipo e con sicurezza il livello qualitativo della piscina.
Chi deve interessarsi circa la normativa?
Cosa cambia tra un impianto per privati e per piscine ad uso collettivo?
Cosa si intende per piscina ad uso pubblico?
© 2019 Isobit s.r.l. - Uffici e Deposito: Via Macchia San Luca, 68/E - 85100 Potenza, Basilicata - Tel. 0971-479808/470530 (uffici) | P. IVA 00966290769 - Privacy e note legali